Capitolo 18 – Matsukaze

matsukaze
immagine da Masao Ebina

PERSONAGGI PRINCIPALI

Genji
Dama del Villaggio dei Fiori Caduchi
Dama di Akashi
Principessa di Akashi
Madre della Dama di Akashi
Ex Governatore di Akashi
Murasaki

RIASSUNTO DEL CAPITOLO

I nuovi appartamenti di Genji sono terminati e vi prendono alloggio dame che lui desiderava aiutare, tra cui la Dama del Villaggio dei Fiori Caduchi.
L’ala orientale è destinata alla Dama di Akashi che però, per paura della competizione con Murasaki, non si decide a recarsi alla Capitale.
I genitori della giovane hanno una proprietà nelle vicinanze della Città – proprio presso Katsura, dove Genji sta costruendo il suo romitorio – e la Dama vi si trasferisce con la madre e la figlioletta. Il padre non se la sente di lasciare la sua casa di Akashi e la famiglia si separa non senza che tutti se ne addolorino profondamente.
Genji, avvisato della novità, si reca il prima possibile a trovare la Dama e ad incontrare per la prima volta la bambina, a cui si sente immediatamente molto legato. Purtroppo la sua permanenza non può prolungarsi più di un paio di giorni e, scortato da molti cortigiani che lo avevano seguito e per cui organizza un banchetto notturno, fa infine ritorno alla Capitale. Qui lo attende Murasaki, risentita per essere stata lasciata sola e per le attenzioni concesse alla rivale. Genji cerca di tranquillizzarla ricordandole che la posizione della Dama di Akashi non è minimamente paragonabile alla sua; le propone inoltre di occuparsi della bambina, idea che Murasaki accetta con entusiasmo.

COMMENTO

Il destino della bambina che Genji ha avuto dalla Dama di Akashi condiziona profondamente la vita di chi le sta intorno. Tutti sono disposti a sacrificarsi e prodigarsi in ogni modo per garantirle un futuro roseo.
Genji, convinto che la piccola principessa sarà un giorno Imperatrice, è deciso a portarla il prima possibile alla Capitale per farle avere l’educazione e le cure che più convengono ad una donna di alti natali.
La Dama di Akashi, pur timorosa a causa delle voci che si susseguono riguardo a Genji e alle sue molte relazioni e convinta di non poter reggere al confronto con una rivale di alto lignaggio come Murasaki, si lascia persuadere ad avvicinarsi alla Città, consapevole che la vita in una provincia sperduta come Akashi non garantirà niente di buono alla bambina.
La madre della Dama abbandona la casa in cui ha vissuto per anni e si separa dal marito, compagno di una vita, per accompagnare figlia e nipote nella nuova dimora.
L’eremita, dal canto suo, non può abbandonare quelle spiagge sia a causa dell’età che per non trasgredire ai suoi voti; si può facilmente immaginare quanto gli costi lasciare andare tutta la sua famiglia e condannarsi alla solitudine fino alla fine dei suoi giorni, ma l’affetto per la piccola e per la Dama di Akashi, alla cui felicità ha votato la sua intera vita, gli dà la forza necessaria per prendere la dolorosa decisione.
Persino Murasaki, contro ogni aspettativa, si rende disponibile a crescere la bambina come se fosse sua, per garantirle una protezione influente e per trasmetterle la sua grande cultura di perfetta gentildonna.
La prova d’amore definitiva la darà la Dama di Akashi nel momento in cui acconsentirà a far crescere la propria creatura alla consorte del suo amato.

CITAZIONI

I principi sono gli astri che illuminano questo mondo, e anche se per un certo tempo accade che siano destinati a sconvolgere la pace della vita rustica, ben presto devono tornare al loro vero firmamento; mentre quelli che essi hanno lasciati rientrano sorridendo, come me, nell’umile Sfera donde uscirono. (P. 480)

Conosci la storia di quel boscaiolo che tanto aspettò da veder spuntare le foglie dal manico della sua ascia? Non illuderti ch’io sarò altrettanto paziente… (P. 482)

È terribile avere un’indole sentimentale come la mia. Non reggo a separarmi dalle persone che amo, nemmeno per un giorno. (P. 487)

Capitolo 17

Poesie dal Capitolo 18

Capitolo 19

2 thoughts on “Capitolo 18 – Matsukaze

  1. Chiyoko says:

    Mi chiedo con che animo abbia acconsentito Dama Akashi a che sua figlia venisse cresciuta da un’altra dama…e davvero Murasaki è così felice di crescere la bambina di una rivale, visto che lei ancora non ha dato a Genji figli suoi? Fossi stata in Dama Akashi non avrei acconsentito molto volentieri, ma penso che ella ci sia riuscita solo antemponendo il bene della figlia ai suoi desideri. E probabilmente Murasaki ha accettato di occuparsene in modo da “neutralizzare” in qualche modo la rivale e ribadire la propria maggiore importanza nel cuore di Genji rispetto a lei.
    A volte davvero la differenza di mentalità da quell’epoca alla nostra mi lascia sorpresa e stupita.

    • È vero, comprendere il comportamento dei protagonisti del Genji Monogatari oggi è molto difficile, e non sempre si riesce a “disconnettersi” a sufficienza dal proprio tempo per entrare nei loro panni. Quello che mi stupisce sempre, comunque, è lo spessore che Murasaki Shikibu dà ad ognuno dei suoi personaggi, alla complessità dei loro caratteri non lasciando mai cadere il romanzo nella monotonia e in una noiosa linearità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *